L’importanza dei supporti antivibranti in azienda per la tutela dei lavoratori



Le vibrazioni meccaniche non costituiscono un pericolo esclusivamente per l’apparecchiatura utilizzata nei vari comparti industriali, ma anche per i tanti lavoratori che vi operano ogni giorno.

È opportuno ricordare che le vibrazioni meccaniche sono onde dannose che possono risultare pericolose per la salute dell’uomo sotto diversi punti di vista.

Vibrazioni trasmesse al corpo umano



La trasmissione di vibrazioni al corpo umano da parte di macchinari e attrezzature in funzionamento può innanzitutto rappresentare una fonte di rischio per la salute dei lavoratori a causa delle costanti sollecitazioni che vengono indotte ai diversi apparati e agli organi interni.
In base alle regioni del corpo coinvolte, è possibile distinguere tra:

  • Vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio, derivanti da apparecchi e da macchinari che vengono direttamente impugnati dall’operatore;

  • Vibrazioni trasmesse al corpo intero che possono prodursi, ad esempio, nei casi in cui il lavoratore svolga la sua attività a bordo di attrezzature semoventi o in prossimità di macchinari fissi.
L’elenco dei potenziali rischi che possono interessare i lavoratori come conseguenza delle vibrazioni meccaniche a cui sono sottoposti è piuttosto corposo.
Si spazia da lesioni cronico-degenerative a carico dei segmenti ossei e articolari degli arti sino a manifestazioni neuropatiche sensitive, passando per alterazioni del sistema venoso periferico nonché lesioni quali lombalgie e lombosciatalgie.

Vibrazioni e inquinamento acustico



L’esposizione dei lavoratori a vibrazioni di forte intensità può causare danni permanenti all’udito, contribuendo significativamente all’aumento dei livelli di inquinamento acustico all’interno degli spazi in cui avviene la produzione industriale.
Spesso l’utilizzo di Dispositivi di Protezione Individuale come cuffie, inserti auricolari e caschi, da solo non è sufficiente per contrastare l’impatto negativo che l’inquinamento acustico degli ambienti professionali provoca sull’udito dei lavoratori.
Per di più, contesti lavorativi troppo rumorosi finiscono inevitabilmente per diminuire il livello di attenzione degli operatori, esponendoli a pesanti condizioni di stress e aumentando nel contempo le probabilità che si verifichino infortuni.
Utilizzare dispositivi di riduzione di rumore e di vibrazioni acustiche è rilevante per ridurre all'esposizione il lavoratore ai rischi sopra elencati.


Vibrazioni e salute sul lavoro



Per legge, qualsiasi impresa ha il dovere di garantire ai propri collaboratori i massimi livelli di salubrità e di sicurezza nell’ambiente produttivo. Le stesse vibrazioni sono citate quale agente di rischio all’interno del d.lgs. 81/2008, meglio noto come Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro o TUSL.

La corretta scelta di supporti antivibranti contrubuisce a contenere le sollecitazioni all’interno di valori accettabili e tollerati dagli operatori, consentendo così all’azienda di allinearsi agli obblighi normativi.



I VANTAGGI ECONOMICI DERIVANTI DALL’IMPIEGO DI IDONEI SUPPORTI ANTIVIBRANTI

Non vanno infine dimenticati i vantaggi economici che le aziende possono trarre dall’adozione di IDONEI prodotti antivibranti:
  • Mettere al riparo i macchinari da possibili danni permette alle imprese di risparmiare sul fronte della manutenzione.
  • Adottare le normative obbligatorie in termini sicurezza sul lavoro e tutelare la salute dei collaboratori consente di ridurre i costi previsti per gli infortuni.

Il tutto, partendo da un investimento davvero irrisorio rispetto ai benefici finali che si ottengono.

Ricevi l'ebook sugli antivibranti industriali

Compila velocemente il questionario e riceverai via mail l'ebook gratuito.
EnglishFrenchItalian
error: Il Contentuto è protetto da copyright di ArcoAcustica